La Mythos: la birra greca più amata dagli stranieri

La birra greca più famosa e bevuta dagli stranieri è la Mythos. Al di là di ogni considerazione sulla qualità, ciò è principalmente dovuto al fatto che è la birra greca più esportata all’estero. Ad oggi si contano oltre trenta nazioni in tutto il mondo. Purtroppo manca l’Italia, almeno ufficialmente.

La storia ha inizio nel 1970 quando fu fondata l’Henninger Hellas, distributore greco della birra tedesca Henninger. Nel 1992, il Boutari Group, una delle aziende vinicole più importanti della Grecia, comprò la società e la chiamò Northern Greece Brewery, con l’idea di creare un prodotto ellenico di altissima qualità. Così nel 1997 nacque la Mythos e fu tale il successo che nel 2001 la società fu ribattezzata Mythos Breweries e fu aperto un impianto di birrificazione a Salonicco.

Nel 2007 il Carlsberg Group, importante produttore birraio danese, ha acquisito la Mythos Breweries. Sebbene oggi sia controllata da stranieri, produzione, ingredienti, sapore e anima della Mythos rimangono greci al 100%.

Recensioni birre Mythos

La Mythos (4.7% vol) è una lager dorata con schiuma bianca media, al naso maltata e luppolata. È una birra molto dissetante e rinfrescante, una compagna di giornate in spiaggia o di serate tra amici. Ha un sapore amabile di malto con freschi accenni agrumati. Il corpo è leggero, la frizzantezza equilibrata. Impossibile non provarla, perché Mythos è sinonimo di birra greca!

Introdotta sul mercato nel 2007, la Mythos Red (5.5% vol) è una lager di colore tra il rosso e l’ambra dal profumo di malto dolce arricchito di sentori di caramello; nel sapore spiccano il malto dolce e fruttato, con retrogusto minimamente amaro. Corpo leggero e gassatura minima. Non male, anche se c’è di meglio.

 

ImportanteIn determinate situazioni (lavoro, guida, assunzioni di particolari medicinali, gravidanza, particolari malattie) il consumo di alcol, anche se assunto in minima parte o moderatamente, può costituire un pericolo per se stessi e gli altri. Chiaramente è vietata la vendita in Grecia, come in Italia, ai minori di 18 anni.

Pagine correlate