Come spostarsi a Tinos

Nel bouquet delle isole della Grecia, Tinos si può considerare di dimensioni medie: né troppo piccola, né troppo grande. La distanza più ampia da percorrere è di circa 25 km, tra la Chora (capoluogo) e la baia di Panormos, dove si trovano le vecchie case dei pescatori e un paio di spiagge.

La rete stradale di Tinos è asfaltata e in buone condizioni. Tuttavia, alcuni suoi brevi tratti e qualche stradina che conduce alle spiagge presentano un manto stradale sterrato. Al di là di qualche buca, la guida non presenta reali rischi. Il traffico è assente e parcheggiare non è mai un problema, anche nel centro della Chora. Tuttavia, fate sempre attenzione alla segnaletica stradale e a non parcheggiare nelle zone vietate.

Se non arrivate sull’isola in traghetto con la vostra auto, la prima cosa che da chiedersi è come è meglio spostarsi a Tinos. Andare in giro per spiagge e visitare i suoi paesini è un must! I villaggi di Tinos sono tra i più belli delle Cicladi. E sono davvero tanti. Dunque, se volete addentrarvi alla scoperta dell’isola, preparatevi a macinare chilometri.

Potete scegliere il noleggio dello scooter se avete almeno la patente A, specifica per i motocicli. È impossibile pensare di utilizzare un ciclomotore 50 cc, sia per le distanze che per le pendenze. Inoltre occorre prendere in considerazione il fattore meltemi: nei mesi di luglio e agosto questo vento tipico del mar Egeo spesso soffia in modo veemente rendendo complicata la guida. Una valida alternativa è noleggiare un quad, poiché la patente B non pone alcuna limitazione sulla cilindrata.

Se non avete la patente A, se non ve la sentite di andare in giro in scooter o quad in giornate molto ventose, allora l’automobile è la soluzione migliore, più comoda e sicura.

Tinos: autobus e altri trasporti

Il trasporto pubblico di Tinos è pensato esclusivamente per i suoi residenti. Anche in estate. I collegamenti consentono di spostarsi tra la Chora e i villaggi nell’entroterra, ma è impossibile riuscire a visitare più villaggi nella stessa giornata a causa della bassa frequenza delle corse. Per ovviare a questo problema, alcune agenzie turistiche organizzano tour giornalieri che fermano nelle località più interessanti.

Maggiori problemi si presentano per raggiungere le spiagge. Le uniche servite direttamente dai bus pubblici sono quelle nei dintorni della Chora e della baia di Panormos. Quelle della costa occidentale si trovano alla fine di lunghe deviazione che scendono al mare dalla zona collinare dove scorre la strada principale. Sul versante opposto la situazione è ancor più complicata: le spiagge si raggiungono tramite sterrati, off-limits per gli autobus.

Per conoscere gli orari di pullman di Tinos potete consultare il sito ufficiale della KTEL, azienda di trasporti pubblici locale. È in greco, ma le parti più utili per il turista sono riportate anche in inglese.

Pagine correlate