Spiagge di Cefalonia

Cefalonia è circondata da alcune delle migliori spiagge della Grecia. Alte scogliere a strapiombo sul mare, spesso di roccia calcare così bianca da generare paesaggi esotici, si alternano a dolci tratti sabbiosi e calette rocciose. La varietà delle spiagge è, forse, il segreto del successo di Cefalonia!

Chiaramente le sue spiagge più famose sono spesso molto affollate, ma Cefalonia possiede tante spiagge segrete che, spesso, anche gli stessi residenti ignorano. Basta prendere un’automobile e girare alla scoperta delle meraviglie marine di questa incantevole isola del mar Ionio.

Cefalonia: spiagge della costa centro-nord

Spiaggia Alathies - Cefalonia
La spiaggia di Alathies

Sulla punta nord dell’isola si trova Fiskardo, uno dei paesi più belli di Cefalonia. Oltre alla sua bellezza architettonica e l’atmosfera piacevolmente esclusiva, viene scelto come luogo di vacanza perché attorno a esso ci sono alcune delle spiagge più belle di Cefalonia.

La spiaggia più vicina a Fiskardo è Foki, incastonata in una verdissima stretta insenatura ricoperta di cipressi. L’acqua è talmente calma e la cornice è così piena di boschi da far sembrare di trovarsi in un lago alpino. Altri due gioielli vicinissimi a Fiskardo sono Emplisi (Emblisi), Kimilia e Dafnoudi, spiagge simili tra loro: sassi bianchi bagnati da un mare limpidissimo e dai colori cangianti e una florida macchia mediterranea che caratterizza l’intera costa. La maschera è d’obbligo per scoprire i meravigliosi fondali.

Poco più distante, sulla costa occidentale della penisola settentrionale di Erissos, spunta Alathies, una delle spiagge più belle e meno conosciute di Cefalonia. Un’insenatura così stretta e lunga da sembrare un fiordo ripara dal maestrale la spiaggia larga appena una decina di metri, fatta di sassi tondi e bianchi, e ghiaietta a riva e nei primi metri di acqua. Il mare ha un grado di trasparenza altissimo, dai colori tenui tra il celeste e il verdeacqua.

Scendendo verso sud, dopo aver superato il villaggio di Assos, si presenta un incrocio con un via vai sempre molto vivace: in un paio di taverne qualcuno si ferma per la colazione o per il pranzo. Sono tutti lì perché scendendo verso il mare si arriva a Myrtos, la spiaggia più bella e famosa di Cefalonia, ma per molti anche la più bella della Grecia e tra le più belle del mondo. Le scogliere di bianca roccia calcarea, tappezzate di verde, scivolano fino alla spiaggia di sabbia e sassolini d’un bianco così candido da accecare. Meraviglioso è il contrasto con il verde smeraldo del mare vicino alla riva e che prosegue tra il turchese e il blu elettrico. In realtà, il mare cambia tonalità cromatiche in base alle correnti, al moto ondoso e alle ore del giorno.

Spiagge della costa sud di Cefalonia

Spiaggia Pessada - Cefalonia
La spiaggia di Pessada

Partendo dal capoluogo di Argostoli, cittadina priva di spiagge, si arriva subito a Lassi, è uno dei centri turistici più sviluppati di Cefalonia, perché qui si trovano diverse spiagge molto apprezzate. La palma di spiaggia meglio organizzata ma, al contempo, più affollata di Cefalonia va indubbiamente a Makris Gialos: morbida e sottile sabbia dorata ricoperta da un’infinita distesa di ombrelloni. Il mare è meraviglioso, con colori tra il turchese e il verde smeraldo. Un po’ più tranquilla la vicina Platis Gialos, divisa da un gruppo di scogli e una piattaforma di cemento dove sono disposti alcuni tavoli all’ombra. Mare e sabbia sono praticamente identici.

Tra Lassi e Minies, tra le alte scogliere bianche si aprono alcune spiagge. La più bella è White Rocks, composta di sabbia e ghiaia fine così bianche da accecare. Queste spiagge possono essere raggiunte soltanto dal mare. La soluzione più semplice è prendere parte ai tour giornalieri oppure affittare un pedalò o una canoa sulle spiagge di Minies e di Platis Gialos. Occorre fare molta attenzione se ci si avventura con canoa o pedalo, soprattutto in condizioni di mare mosso, perché la distanza può essere impegnativa.

Pessada è un villaggio, o meglio, un minuscolo insieme di case sparse nella campagna cefalonita, conosciuto perché c’è il porto dove attraccano i traghetti da e per Zante. Però, pochi sanno che qui si trova una spiaggetta che è tra le più belle di Cefalonia. Si raggiunge dalla spiaggia principale prendendo un sentiero tra gli scogli. Su un cartello rosso posto su uno scoglio prima di mettere piede sulla spiaggia è scritto in greco, in inglese e in italiano la frase: “Per favore, lasciare le scarpe qui. Desidero la carezza dei vostri piedi. Grazie! Vi amo… la spiaggia“. Pochi metri quadrati di sabbia dorata, così morbida da accarezzare i piedi, delimitati da costoni di arenaria e bagnata da un’acqua d’infinita trasparenza. Purtroppo per godersi questo minuscolo paradiso occorre arrivare la mattina presto perché immediatamente si riempie di gente e di caos.

Tra Pessada e Lourdata ci sono alcune spiagge, la più bella è sicuramente Agios Thomas. Da un lato una spiaggetta di fine sabbia dorata e dall’altro una piattaforma di roccia calcarea dalla quale tuffarsi oppure entrare in acqua con una scaletta di acciaio. Condividono un mare color smeraldo così trasparente, pulito e piatto come una piscina, da esplorare per i fondali e gli anfratti rocciosi pieni di pesci e altre meraviglie marine. La spiaggia è meravigliosa, sarebbe da annoverare tra le più belle dell’isola se non fosse sempre troppo affollata.

Le spiagge della penisola di Paliki

Spiaggia Petani - Cefalonia
La spiaggia di Petani

La spiaggia di Xi è una delle più famose dell’isola perché è resa unica dal suo colore. Infatti, Xi è da tutti conosciuta come la spiaggia rossa di Cefalonia. Tale colorazione deriva dalla decomposizione dell’argilla che caratterizza questo tratto costiero e il conseguente rilascio di ferro.

Molti affermano che Petani è la spiaggia più bella della penisola di Lixouri e una delle più belle di Cefalonia. Si trova sulla costa orientale in una baia a forma di mezzaluna. Sabbia granellosa e sassolini chiari si intingono in un mare dalle infinite sfumature di azzurro con chiazze blu cobalto che svelano tratti di posidonia. Diventa profondo già dopo alcuni metri e non è sempre calmo.

Sebbene molti turisti lascino l’isola senza vederla e senza neanche conoscerne l’esistenza, Fteri è un autentico capolavoro della natura. La ragione della sua mancata fama risiede probabilmente nella sua natura “scomoda”, poiché non attrezzata e non facilmente accessibile Un forte senso di stupore suscita il primo sguardo di questa spiaggia di ghiaietta e sassi bianchi bagnata da un incantevole mare dai toni pastello del celeste e del verde, racchiusa da imponenti scogliere tagliate di netto che scoprono la roccia calcarea bianca nascosta sotto il verde della macchia mediterranea. Fteri si raggiunge dal mare con water taxi e tour giornalieri in barca. Tuttavia, con un po’ di fatica e spirito d’avventura può essere raggiunta anche da terra.

Pagine correlate