Cosa vedere a Zante

Spiagge fantastiche, divertimento senza limiti e natura benevola, Zante è un’isola meravigliosa! Ma trascorrere oziose giornate in spiaggia a prendere il sole e divertirsi per tutta la notte non devono essere le uniche attività da fare. Infatti, allontanandosi dal caos delle celebri e affollate località balneari, si possono vedere e ammirare villaggi tradizionali dai ritmi lenti e rilassati.

L’isola di Zante diede i natali al poeta Ugo Foscolo che le dedicò il sonetto Zacinto mia. Il suo nome greco Ζάκυνθος (Zakynthos) discende proprio da quel nome datole dai Veneziani. Gli Zantioti contribuirono in modo determinante all’evoluzione culturale e artistica della Grecia. Ciò fu possibile perché i popoli che dominarono l’isola non solo ebbero rispetto per le tradizioni, ma incentivarono arte e cultura. Dunque, visitate i musei e gli altri luoghi di cultura di Zante. Non mancate di tuffarvi con passione nella storia e nell’arte di questa isola ricca di sorprese, spesso trascurata dal turista distratto.

Quanti giorni occorrono per visitare Zante?

Se vai a Zante solo per divertirvi, puoi rimanere tutto il tempo che vuoi perché non ti annoierai mai! Per goderti il suo mare e le sue spiagge, possono essere sufficienti 5-6 giorni. Il settimo giorno Dio di riposò, ma tu dedicalo a visite culturali o a percorsi natura.

A meno che tu non voglia trascorrere una ripetitiva vacanza di totale relax, è inutile superare la settimana di soggiorno a Zante. Se hai più giorni a disposizione, dividi il periodo di vacanza con un’altra isola. Cefalonia si candida perfettamente a questo ruolo, ma fai le dovute considerazione anche sui giorni che dovrai dedicare anche a lei. Le altre isole ionie non sono collegate con i traghetti. Dunque, se proprio vorrai visitare una di esse, l’unica soluzione è il volo aereo.

Per organizzare un programma completo delle cose da fare e da vedere a Zante puoi studiarne tutti i suoi aspetti raccontati nella mia guida di Zante. Scoprirai davvero tutto dell’isola: le spiagge da vedere, dove e cosa mangiare e tantissime altre informazioni per al meglio le tue giornate.

Cosa visitare a Zante Città

Musei ed attrazioni della Città di Zante
Il Museo di Dionysios Solomos e di altre insigni personalità zantiote

La Città di Zante, capoluogo e porto principale dell’isola, ha perso molto della sua testimonianza storica quando nel 1953, un devastante terremoto e il susseguente vasto incendio distrusse la quasi totalità degli edifici. Nella ricostruzione si cercò di seguire i progetti degli edifici storici, così da non far scomparire il passato dell’isola. I palazzi civili e religiosi più importanti di Zante riflettono ancora oggi, sebbene in versione non originale, le dominazioni veneziana, francese e inglese. Per fortuna oggi tutti gli edifici soddisfano criteri antisismici per la sicurezza dei residenti e dei turisti.

La chiesa di Agios Dionysios (foto di apertura articolo)protettore di Zante, è l’edificio religioso più grande della città. Si trova sul lungomare, nei pressi del porto, ed è facilmente riconoscibile per il suo alto campanile, realizzato sul modello di quello della Basilica di San Marco a Venezia. Vale la pena visitarla per la bellezza e l’austerità dei suoi interni e per l’atmosfera mistica che si respira.

Tra le istituzioni museali cittadine, merita una visita il Museo di Dionysios Solomos e di altre insigni personalità zantiote. Potrete conoscere la vita e le opere del poeta Solomos, molto legato ad Ugo Foscolo, e di altri artisti e letterati di Zante. Sono esposti documenti storici, quadri, reperti archeologici, fotografie d’epoca e altri antichi manufatti.

Bohali è uno dei quartieri più affascinanti di Zante. Si trova in cima a una collina e offre un bel panorama di tutta la cittadina e del mare. Il momento migliore per visitarlo è al tramonto. Ci sono alcuni bar per l’aperitivo e ristoranti per la cena. Due passi a piedi vi portano al Kastro, un imponente castello costruito dai Veneziani nel XVII secolo.

Guida di Zante pdf ebook
Acquista la guida di Zante a €6,99
Disponibile nei seguenti formati
logo ebook epub logo ebook pdf logo ebook Kindle

La storia e la mappa dell’isola, come arrivare, dove dormire, come spostarsi, la descrizione di tutte le spiagge (dalla celebre Navagio a quelle sconosciute), siti archeologici e musei, chiese e monasteri, villaggi tradizionali, negozi per lo shopping, prodotti tipici, piatti della cucina greca e migliori ristoranti dove assaggiarli, i bar e le discoteche della vita notturna…

Visitare i villaggi tradizionali di Zante

Villaggio tradizionale di Zante
La chiesa di Agia Mavra nel villaggio di Macheraido

Con uno scooter o un’auto potrai girare l’isola alla scoperta dei suoi tesori autentici e nascosti. Prendi una una mappa gratuita, puoi trovarla nei bar, nelle edicole e nelle agenzie di noleggio oppure chiedila al proprietario del tuo alloggio. Inizia questo viaggio alla scoperta dell’isola dal villaggio di Lithakia. Fermati nella sua piazzetta decorata di palme. Scoprirai con sorpresa un’atmosfera di pace e tranquillità a soli 4 km dalla caotica Laganas.

La strada interna prosegue per Macheraido. Visita la chiesa di Agia Mavra con il suo bel campanile in stile veneziano. Concediti una breve passeggiata tra le stradine di pietra di Kiliomeno. Fermati per un caffè in uno dei kefeneia e, magari, scambia quattro chiacchiere con i vecchietti del paese anche se non conosci il greco e neppure l’inglese. In certi luoghi ci si comprende anche a gesti!

Goditi i suggestivi e romantici tramonti di Kambi seduto al tavolo di una taverna o in una posizione più intima. Assapora la bellezza dei paesaggi verdi in cui è immerso il borgo di Exo Chora. Fai shopping nelle botteghe di ricamo del piccolo centro di Volimes.

L’escursione tra i villaggi tradizionali di Zante può essere completata in una sola giornata. Tuttavia, puoi prenderti tutto il tempo che vuoi e distribuire le visite anche in più giorni. Si possono aggiungere al tour alcuni degli altri villaggi consigliati e descritti nella mia guida di Zante.

Pagine correlate